simply 1

venerdì 10 novembre 2017

IL TRONCHETTO DI NATALE

Le feste migliori e ben riuscite si festeggiano in allegria in famiglia o con gli amici più cari.


Ogni ricorrenza è valida per presentare un dolce, che riscalda i cuori e aumenta l'armonia tra i partecipanti, presenti ai pranzi luculliani.

I 'dolci delle feste' rimangono impressi nella nostra memoria.
E non c'è pranzo degno di tal nome senza il delizioso 'Tronchetto di Natale'.

La difficoltà della ricetta è media.
Bastano 40 minuti però per avere in tavola una meraviglia da ammirare e, ottima da gustare.


Intanto procuriamoci gli ingredienti necessari:

  • 70 gr. di farina di frumento
  • 70 gr di fecola,
  • 250 gr di cioccolato fondente.
  • 100 gr di zucchero, 
  • 4 uova, 
  • 250 gr di zucchero a velo,
  • 120 gr di burro, 
  • 3 cucchiai di rum
Procediamo ora nella preparazione della ricetta del 'Tronchetto di Natale'.
Sbattiamo i tuorli d'uovo con lo zucchero. 
Aggiungiamo la farina, la fecola e gli albumi, rigorosamente montati a neve. Posiamo l'impasto ottenuto sulla piastra del forno, avendo cura di adagiare, prima di questa operazione, un foglio di alluminio imburrato per bene. Livelliamo l'impasto a circa 1 cm di spessore e, inforniamo per 10 minuti a 200 ° C.
Trascorsi 10 minuti, spolveriamocon un telo bianco di zucchero e adagiamo il nostro 'Tronchetto di Natale' , che rotoleremo con l'aito del telo, non prima di aver buttato il foglio di alluminio. Sciogliamo il cioccolato fondente, in un pentolino e a bagnomaria. Nel frattempo creiamo un composto con burro e zucchero a velo. Uniamo il cioccolato ed il rum e, mescoliamo.

Srotoliamo il nostro 'Tronchetto di Natale' e spalmiamo con una parte della crema, quindi arrotoliamo di nuovo. Tagliamo in modo obliquole due estremità del 'Tronchetto di Natale'e, adagiamolo su un piatto. Utilizziamo una siringa per dolci e, ricopriamo il 'Tronchetto di Natale'con la crema rimasta, riproponendo l'aspetto tipico del tronco di un albero. Riponiamo in frigo il nostro 'Tronchetto di Natale' sino al momento di servirlo in tavola.
Ed ecco qua, ora non rimane che assaggiarlo....
Buon appetito e buone feste!

Nessun commento:

Posta un commento